Verso Valdez

5th Agosto 2016

Giorno 8

Oggi lasciamo Wasilla per dirigerci a Valdez sulla costa.

Sveglia presto e pronti per ripartire, il tempo non è il massimo, il cielo è coperto e piove.
Prima tappa della giornata il Matanuska Glacier, uno dei più grossi ghiacciai dell’Alaska, in effetti appena lo vediamo rimaniamo coplpiti da quanto sia esteso e vicino.
Ci fermiamo in ua zona di sosta e facciamo una breve passeggiata che ci permette di avvicinarci ancora di più al ghiacciaio che è di un bianco intenso.
Ripresa la macchina continuiamo a guidare sulla Glenn Highway, il paesaggio si snoda tra distese di foreste, laghetti e piccoli stagni che ci accompagnano lungo tutto il tragitto finchè non arriviamo all’ Eureka Summit, il punto più elevato su questa strada.
Sono già le 14.00 e decidiamo di fermarci a mangiare in un piccolo bar sulla strada.
con la pancia piena riprendiamo il viaggio ed arriviamo a Glennallen, una piccola cittadina che fa da collegamento con la Richardson Highway che ci porterà fino a Valdez.
Usciti dal piccolo paese ci fermiamo al Wrangell St. Elias National Park, il parco più esteso del Nord America, dove facciamo un piccolo giro nei boschi all’interno del parco e passiamo dal Visitor Center, dove incontriamo i rangers che ci illustrano alcune specie di animali presenti nel parco, come orsi, volpi, lupi, scoiattoli, alci e molti altri. Purtroppo a causa del cielo coperto non riusciamo a vedere le cime del Mt. Blackbum e del Mt. Wrangell.
Lasciamo il parco e continuiamo a guidare in mezzo alle foreste di pini per alcune ore finché non arriviamo al Worthington Glacier, un ghiacciaio a ridolo della strada, un vero spettacolo.
Parcheggiamo la macchina e ci avvicianiamo seguendo un percorso quasi fin sotto al ghiacciaio, un paio di foto e via di nuovo in viaggio.
Dopo qualche miglio arriviamo al Thompson Pass e poi giù in discesa attraverso il Keystone Canyon, dove ad ogni curva vediamo delle cascate scendere dalle pareti delle montagne, uno spettacolo reso aancora più surreale dal cielo e dalla pioggia che ci ha praticamente accompagnato per tutto il viaggio.
Purtroppo causa pioggia non siamo riusciti a vedere le vette di molte montagne che abbiamo incontrato, ma sicuramente abbiamo potuto immergerci in modo suggestivo e quasi fantastico in questa parte di Alaska.
Dopo circa 30 miglia arriviamo in centro a Valdez, individuiamo l’hotel, facciamo il check in e poi usciamo a mangiare visto che sono già le 20.30.
Dopo cena piccolo giro della cittadina e poi a dormire che domani ci aspetta il giro on battello per vedere, se siamo fortunati, balene e foche.

2 commenti

  1. Mamma ha detto:

    Use fosse bel tempo chissà quanti animali o paesaggi avreste potuto vedere.speriamo in un sole e cielo limpido . Comunque tutto bene, mi pare. Buona continuazione e alla prossima puntata.ciao baci ma

  2. Jack ha detto:

    Zio ma è un isola sull’acqua o e ghiaccio ??????????

Lascia un commento

I dati personali da lei forniti, verranno utilizzati nei limiti e per il perseguimento delle finalità relative al presente modulo, nel rispetto dei principi stabiliti dal Codice della Privacy (D.Lgs. 196/2003) e per esercitare i diritti a lei riconosciuti dall'articolo 7 del Codice della privacy suddetto, potrà rivolgersi al Titolare del trattamento scrivendo a info@effectivestudio.com
Maggiori informazioni Privacy Policy